Angolo degli sviluppatori

L'Ufficio delle pubblicazioni fornisce una serie di interfacce per programmi applicativi (API) connessi a TED e aagli appalti pubblici europei.

Queste API consentono di:

enlightened Si prega di notare che, sebbene offra accesso a queste API, l'Ufficio delle pubblicazioni non fornisce il supporto tecnico per il loro utilizzo.

Informazioni di carattere generale

I requisiti di registrazione e i meccanismi di autenticazione delle nostre API variano a seconda dell'uso e del pubblico cui sono destinati. Per ulteriori informazioni si prega di leggere le descrizioni delle singole API.

Le nostre API seguono principi REST-like e utilizzano codici di risposta HTTP standard. I dati contenuti nelle richieste e nelle risposte sono in JSON. Per quasi tutte le API, forniamo una descrizione strutturata utilizzando la versione 2.0 di OpenAPI (nota anche come "Swagger").

Quando il contenuto in XML di un avviso è incluso in un carico utile di tipo JSON, è codificato nel Base64 e gestito come una stringa. In questo modo si evitano problemi con caratteri che hanno un significato specifico in JSON (citazioni, virgole, ecc.).

Versionamento

Quando effettuiamo una modifica retrocompatibile creiamo una nuova versione. La versione figura in ciascun URL, ad esempio "/v2/...".

Le seguenti modifiche sono considerate retrocompatibili:

  • aggiunta di nuove operazioni API
  • aggiunta di nuovi parametri di input opzionali (in JSON o nella stringa di ricerca) ai metodi API esistenti
  • aggiunta di nuove proprietà JSON alle risposte API esistenti
  • modifica dell'ordine delle proprietà nelle risposte API esistenti.

La sezione Notizie recenti qui sotto descrive tutte le ultime modifiche delle nostre API.

Raccomandazioni per implementazioni client

Tenuto conto della politica di compatibilità descritta in precedenza, quando si implementa un client verificare che gli eventuali campi inattesi nelle risposte vengano ignorati. Non fare affidamento sull'ordine dei campi in JSON.

Ogni richiesta HTTP alle nostre API deve contenere l'intestazione "User-Agent". Specificare il valore dell'intestazione nel modo più preciso possibile, per aiutarci ad esaminare eventuali problemi.

Ottenere dati pubblicati

È possibile utilizzare le operazioni qui descritte senza registrazione o autenticazione.

Cercare e recuperare avvisi

È possibile utilizzare una serie di criteri diversi per la ricerca di bandi di gara pubblicati sul sito TED e raccogliere informazioni specifiche per gli avvisi corrispondenti ai criteri stabiliti dall'utente. La modalità di ricerca è quella utilizzata per la ricerca per utenti esperti.

È inoltre possibile ottenere il numero di avvisi per ciascuna zona geografica (codice NUTS) tramite un'operazione specifica. Il sito TED utilizza queste informazioni per creare la mappa del "luogo di consegna".

Per i dettagli, consultare la documentazione API.

È inoltre possibile scaricare in blocco gli avvisi in XML dal sito TED. Un archivio unico contiene tutti gli avvisi per giorno e per mese.

Gli schemi XML utilizzati per gli avvisi e la relativa documentazione sono disponibili sul sito EU Vocabularies.

Un sottoinsieme di dati provenienti da avvisi pubblicati sul sito TED è disponibile anche in CSV (comma-separated values) come set di dati sul portale Open Data dell'UE.

Visualizzare avvisi in vari formati

A seconda del contenuto di un avviso in XML, è possibile ottenere l'avviso in formato HTML o PDF e in una lingua specifica.

Per i dettagli, consultare la documentazione API.

Bandi di gara pubblicati delle istituzioni dell'UE

È possibile ottenere un elenco di bandi di gara delle istituzioni dell'UE, così come sono stati pubblicati sul sito eTendering.

L'elenco, che fornisce informazioni di base su ciascun invito, può essere filtrato per:

  • nome dell'amministrazione aggiudicatrice
  • stato dell'invito
  • lingua.

Per i dettagli, consultare la documentazione API.

Inviare avvisi destinati alla pubblicazione

Formiamo operazioni che permettono ad enti pubblici o privati, noti con il nome di "TED eSenders", di inviare avvisi destinati alla pubblicazione sul sito TED attraverso i propri software. Si veda la nostra pagina su come divenire TED eSender.

L'accesso a queste operazioni è limitato agli eSenders e a coloro che hanno presentato domanda per diventarlo. L'autenticazione avviene attraverso lo schema di base per il protocollo HTTPS.

Per i dettagli sulle operazioni che gli eSenders devono effettuare per inviare avvisi destinati alla pubblicazione sul sito TED, si veda la documentazione sull'API eSentool – Production.

Forniamo anche le stesse operazioni su altri due endpoint per agevolare la procedura ai candidati eSender:

  • per simulare la pubblicazione di avvisi sul sito TED, utilizzando l'API eSentool Simulation e la relativa documentazione API
  • per essere abilitati alla pubblicazione di avvisi sul sito TED, utilizzando l'API eSentool Qualification e la relativa documentazione API.

Integrazione nella procedura di appalto

Forniamo diverse operazioni che consentono di integrare le nostre applicazioni nel più ampio processo di appalto, tra cui:

  • creare o aggiornare un progetto di avviso in eNotices
  • ottenere informazioni su un avviso durante la pubblicazione
  • determinare il numero di parole e caratteri in un avviso.

Solo le istituzioni dell'UE attualmente hanno accesso a queste operazioni. Sono disponibili vari meccanismi di autenticazione.

Per i dettagli, consultare la documentazione API.

Ultime notizie

15.9.2019 Nuova versione dell'API di ricerca del sito TED

È ora disponibile una nuova versione dell'API di ricerca del sito TED, con il prefisso URL "https://ted.europa.eu/api/v2.0". La nuova versione è stata necessaria perché abbiamo dovuto introdurre alcuni cambiamenti non retrocompatibili.

Modifiche

  • Le operazioni previste in "/api/latest" sono state eliminate.
  • L'API key non è più necessaria.
  • I campi "ND" e "OJ" dei risultati di ricerca sono ora indicati come stringa (anziché con un numero intero), rispecchiando il loro contenuto effettivo.

Miglioramenti

  • Nuova operazione per recuperare il numero di avvisi per area geografica (codice NUTS).
  • Vari miglioramenti nella documentazione OpenAPI.